Whale Alert Uncover scopre 10.900.000.000 dollari in Bitcoin (BTC) di proprietà del misterioso creatore di crittografia Satoshi Nakamoto

Whale Alert Uncover scopre 10.900.000.000 dollari in Bitcoin (BTC) di proprietà del misterioso creatore di crittografia Satoshi Nakamoto

Nuove stime indicano che il fondatore pseudonimo di Bitcoin, Satoshi Nakamoto, ha estratto circa 1.125.150 BTC per un valore di 10,9 miliardi di dollari nei primi tempi dell’esistenza della crittovaluta.

I ricercatori di Whale Alert hanno utilizzato

I ricercatori di Whale Alert hanno utilizzato la teoria del Patoshi Pattern di Sergio Lerner, che sfrutta tre difetti legati alla privacy della v.01, un protocollo Bitcoin Compass dei primi tempi, per individuare i blocchi che probabilmente erano stati estratti da Satoshi. La teoria di Lerner sostiene che un singolo minatore ha estratto circa 22.000 dei primi blocchi Bitcoin.

Lerner dice anche che Satoshi era probabilmente un minatore durante il periodo, e che ci sono „prove che collegano i modelli di Patoshi a Satoshi, sulla base di fonti di informazione pubblica e della catena di blocchi“. Dopo un’ampia recensione, Whale Alert dice che ora è „certo“ che Patoshi era gestito dal creatore del Bitcoin.

Anche se Satoshi ha estratto una quantità incredibile di BTC, accumulare la fortuna potrebbe non essere stato il punto, secondo Whale Alert. Invece, gli obiettivi principali del minatore di Patoshi sembrano essere stati quelli di mantenere la giovane rete Bitcoin sicura e sana.

Ci sono due ragioni per cui Satoshi vorrebbe mantenere questa media

„Ci sono due ragioni per cui Satoshi vorrebbe mantenere questa media: In primo luogo, vedeva gli attacchi del 51% come la più grande minaccia per la rete in crescita e, mantenendo un costante 60% della potenza di elaborazione, poteva evitare che accadessero mentre lasciava abbastanza blocchi per gli altri da estrarre.

Man mano che i minatori più „onesti“ si sono uniti alla rete e un attacco del 51% è diventato meno probabile, Satoshi è stato in grado di ridurre gradualmente le sue attività minerarie.

In secondo luogo, Satoshi ha dichiarato che il tempo di blocco ideale era di circa 10 minuti e controllando una potenza di elaborazione sufficiente era possibile mantenere artificialmente il tempo di blocco intorno a questo tempo quando non c’era abbastanza o troppa attività sulla rete“.

Comments are closed.